Informati ora

Il Ministero dell’Università e della ricerca, con il decreto 583 del 24 giugno 2022 e relativi allegati, ha definito le modalità di accesso e i contenuti delle prove di ammissione dei candidati dei paesi UE e dei paesi non UE ai corsi laurea magistrale a ciclo unico di medicina e chirurgia, odontoiatria e protesi dentaria, medicina veterinaria e professioni sanitarie.

Iscrizione e pagamento quota

Dal sito del MUR è possibile accedere alla pagina Accesso programmato del Ministero dell’Università e della Ricerca nella quale sono indicati tutti i decreti relativi alle prove nazionali per l’ammissione ai corsi ad accesso programmato per l’anno accademico 2022/2023.

Le iscrizioni alle prove di ammissione si sono aperte il 04/07/2022 e potranno essere effettuate esclusivamente tramite il portale Universitaly fino al 22 luglio alle ore 15.00. L’iscrizione si riterrà perfezionata però, solo a seguito del pagamento delle quote di iscrizione che potrà avvenire anche dopo la scadenza, ma comunque non oltre il 1° agosto 2022.

Il candidato all’atto dell’iscrizione dovrà indicare la sede nella quale intende svolgere il test, che come accaduto negli ultimi due anni sarà quella più vicina alla residenza o al domicilio; inoltre, in ordine di preferenza sceglierà le sedi per le quali intende concorrere e anche tali preferenze non saranno più revocabili o integrabili dopo le ore 15.00 del 22 luglio 2022.

Test e punteggi

I test per accedere alle università di medicina e odontoiatria si comporranno di 60 quesiti, ciascuno dei quali darà la possibilità di scegliere una sola risposta corretta tra le 5 proposte. Il tempo per rispondere sarà di cento minuti.

I quesiti verteranno su competenze di letteratura e conoscenze acquisite nel corso degli studi, logica, biologia, chimica, fisica e matematica. Le domande di cultura generale quest’anno saranno sostituite da domande concernenti la comprensione del testo e argomenti di dibattito pubblico.

Il punteggio minimo per l’idoneità è 20, dunque, tutti coloro che si troveranno al di sotto di questa soglia non saranno inseriti nella graduatoria.

È importante ricordare che in caso di risposta corretta verrà assegnato un punteggio pari a 1,5, ma in caso di risposta errata verranno sottratti 0,4 punti; quindi, considerando che l’omessa risposta equivale invece a 0, in alcuni casi in cui non si è molto sicuri potrebbe essere preferibile non rispondere per evitare di perdere punti. Il massimo punteggio raggiungibile è di 90.

Il decreto ha previsto, inoltre, i parametri per definire i candidati ammessi nelle ipotesi di parità punteggio e regole specifiche per tutti i candidati con invalidità, disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento.

Procedure Covid-19 e comunicazioni

Come già accaduto per gli anni passati gli Atenei sia nella fase di accesso ai locali adibiti allo svolgimento delle prove sia nelle fasi successive, dovranno garantire il rispetto delle normative emergenziali in materia di Covid-19, attualmente il bando prevede solo poche indicazioni, ma da qui a settembre potrebbero esserci delle modifiche.

Sarà quindi fondamentale monitorare il sito dell’Ateneo presso il quale si svolgerà il test e presidiare costantemente la casella di posta elettronica indicata al momento dell’iscrizione per eventuali comunicazioni anche dell’ultimo minuto.

Giova ricordare che tutte le comunicazioni relative alla prova saranno inviate all’indirizzo e-mail fornito in sede di iscrizione, quindi, sarà cura del candidato comunicare eventuali modifiche dell’indirizzo e tenerla sotto controllo costantemente per verificare anche la presenza di comunicazioni. Alcune informative sui cambi di sede dovuti al Covid-19 sono arrivate anche un giorno prima della prova negli anni passati, per questo il presidio costante dell’e-mail è molto importante.

Pubblicazione delle graduatorie, iscrizioni e conferme

I punteggi della prova saranno disponibili su Universitaly il 14 settembre 2022.

I candidati nella graduatoria saranno indicati come: assegnato cioè colui che ha superato la prova e che deve procedere con l’immatricolazione secondo le procedure previste dall’ateneo e prenotato colui che è rientrato nei posti disponibili di una delle preferenze secondarie indicate e che perciò può immatricolarsi oppure attendere lo scorrimento di coloro che lo precedono in graduatoria.

I candidati assegnati decadono dalla possibilità di immatricolarsi se non procedono entro quattro giorni, i prenotati non incorrono in decadenza.

Le rinunce e le attese dei prenotati determinano lo scorrimento della graduatoria e tutti quanti ad eccezione degli immatricolati, dei rinunciatari e di coloro per i quali il sistema restituisce l’indicazione “posti esauriti” devono confermare il loro interesse a rimanere nella graduatoria ad ogni pubblicazione.

Il decreto, peraltro, espressamente specifica che la mancata conferma di interesse non può essere giustificata da impedimenti trattandosi di una procedura informatica semplice e delegabile ad una persona di fiducia.

Il 7 ottobre 2022 sarà pubblicato il primo scorrimento ufficiale della graduatoria che terrà conto delle rinunce, delle esclusioni e delle preferenze dei prenotati. Successivamente ci saranno ulteriori scorrimenti le cui date non sono ancora state indicate, ma seguiranno in ogni caso le medesime modalità e avranno le stesse tempistiche per la conferma.

 

Iscriviti per restare sempre aggiornato e ricevere la Newsletter!

Iscriviti ora