Informati ora

Ricorso test Professioni Sanitarie

Le principali irregolarità e le informazioni utili per procedere

Sono migliaia i candidati che ogni anno rimangono esclusi dalle facoltà per le Professioni sanitarie a seguito del test d’ingresso. Una situazione particolarmente grave considerando che in Italia mancano all’appello più di 50mila professionisti sanitari e che durante le prove si verificano sempre gravi irregolarità. Questi studenti possono però far valere il loro diritto allo studio. Un recentissimo provvedimento del Consiglio di Stato, valido per Medicina, ha infatti dato il via libera alla frequenza per chi fa ricorso.

Perché fare ricorso?

Per l’accesso alle facoltà dedicate alle varie professioni sanitarie, il MIUR stabilisce ogni anno i posti disponibili per tutta Italia, ripartendoli nei vari atenei nel rispetto del fabbisogno nazionale. Una dura selezione che per molti studenti rappresenta il primo ostacolo verso la realizzazione del loro sogno, reso ancora più difficile dalle tante irregolarità che puntualmente si verificano durante lo svolgimento del test.

Ecco perché, in virtù di questo sistema, molti studenti, seppur meritevoli, rimangono fuori, costretti a rinunciare in partenza alla professione che avrebbero voluto intraprendere. È a loro che noi ci rivolgiamo, pronti ad offrire una seconda possibilità. Perché quello allo studio è un diritto che va difeso e l’emergenza da Covid-19 ci ha dimostrato che, mai come ora, il nostro Paese ha bisogno di più personale impegnato nella Sanità.

Quali sono le principali irregolarità

Durante gli anni, sono state tante e varie le irregolarità verificatesi durante il test d’ingresso, le quali hanno generato problematiche e diseguaglianze di diverso tipo. Tra le più comuni:

Ricorso test professioni sanitarie: le principali irregolarità

Le tempistiche da rispettare per fare ricorso

Qualora durante il test d’ingresso dovessero riscontrarsi delle irregolarità, sarà possibile fare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR). Il ricorso deve essere presentato entro 60 giorni dalla pubblicazione della graduatoria o da eventuali scorrimenti. In caso di accoglimento dell’istanza cautelare, il candidato potrebbe avere la possibilità di iscriversi con riserva e frequentare i corsi fino all’esito della domanda di merito.

Per richiedere una consulenza e valutare insieme le concrete possibilità di ottenere l’accesso ai corsi tramite il ricorso, compila il form presente in questa sezione. I nostri consulenti specializzati sono sempre pronti ad offrirti tutto il loro supporto, individuando la soluzione più giusta per te.

Compila il form per ottenere una prima consulenza gratuita.


La persona da contattare per informazioni è lo studente?


Grazie per averci contattato


Un nostro consulente ti ricontatterà il prima possibile per offrirti tutta l'assistenza di cui hai bisogno e procedere con una valutazione gratuita della tua posizione.

Per saperne di più sulle concrete possibilità di fare ricorso i nostri 1.000 consulenti sono sempre a tua disposizione al numero verde. In alternativa COMPILA IL FORM e sarai ricontattato